giovedì 29 settembre 2011

Ludus

George Bernard Shaw disse "Non si smette di giocare perché si diventa vecchi, ma si diventa vecchi perché si smette di giocare" (ovviamente lo diceva in inglese e suonava pure meglio, ma accontentiamoci).
Questa frase, oltre ad avermi fatto sapere che nel mondo è esistito un tizio che si chiamava George Bernard Shaw, mi si è appiccicata perfettamente sulla pelle.
Fin da bambino ho amato i giochi di qualsiasi tipologia, ma soprattutto i giochi da tavola.
Amavo volare con la fantasia e immedesimarmi nell'ambientazione di tutti i giochi. Diventavo un palazzinaro che con una candela in mano passeggiava per le vie del Monopoli; mettevo la divisa e muovevo le mie armate verdi contro gli avversari nel tentativo di raggiungere l'obiettivo che il Risiko! mi assegnava; vestivo i panni dell'allenatore della Juventus alla ricerca degli schemi e dei movimenti migliori contro la squadra avversaria nel tappeto verde del Subbuteo.
Passando dai fantini del Totopoli alle azioni di Shark fino alle biciclette del Giro d'Italia ho avuto la fortuna di coinvolgere i compagni di scuola e giocare per anni.



Purtroppo in Italia manca quasi completamente la cultura ludica: mentre alcuni giochi di carte godono della giusta considerazione, i giochi da tavola vengono visti come giochi adatti solo ai bambini, in cui lo scopo è solo divertirsi e tutto è guidato dalla fortuna.
Questa mentalità ha eclissato giochi che godono nel resto del mondo della giusta pubblicità e considerazione. Giochi che sono tutt'altro che per bambini. Giochi in cui bisogna usare in maniera efficace la materia grigia per arrivare alla vittoria e il fattore aleatorio non esiste.
Per mia fortuna internet permette di andare oltre i confini mentali e le barriere architettoniche della pigrizia.
Per capire quanti giochi non conoscete potete guardare la classifica su BoardGameGeek con oltre 54000 recensioni di giochi suddivisi nelle varie categorie. Se non masticate l'inglese o siete patriottici potete buttare un occhio nell'italianissima TanaDeiGoblin.

Guardate, studiate e leggete. Prossimamente cercherò di incuriosirvi, gioco dopo gioco.